Cosa sono le opere di consolidamento e a cosa servono

Home > News > Opere di ingegneria naturalistica > Cosa sono le opere di consolidamento e a cosa servono
Opere di consolidamento
Autore: admin| 03 Ottobre 2019| Ore 16:09

Le opere di consolidamento del terreno servono, come è facile intuire, a migliorare la resistenza del terreno stesso, attraverso l’installazione di strutture invisibili e sotterranee in grado di proteggere il terriccio dal rischio di frane, movimenti anomali del terreno o allagamenti. Questo tipo di opere sono gestite spesso da ingegneri geotecnici, specializzati nelle lavorazioni a contatto col terreno. Grazie all’avanzamento tecnologico, la maggior parte di queste opere di consolidamento sono realizzate con materiali naturali, in modo tale da ridurre sensibilmente l’impatto ambientale.

Il consolidamento del terreno serve principalmente a rendere il terreno più robusto e resistente, aumentando anche la sua capacità portante, ma è un ottimo modo per drenare i liquidi e far fluire l’acqua piovana per evitare un ristagno sotterraneo.

Ci sono, generalmente, due tipologie di consolidamento del terreno: la prima è atta a rinforzare e si applica su terreni molto ristretti; la seconda è atta a migliorare la robustezza del terreno e si applica su spazi molto ampi.

Le opere di consolidamento sono fondamentali, quindi, come è facile intuire, perché rinforzando il terreno è possibile anche proteggerlo e metterlo in sicurezza, soprattutto in aeree soggette al passaggio costante di persone fisiche (vedi, ad esempio, le autostrade o le strade di campagna che portano alle abitazioni private).

Effettuare questo tipo di lavorazioni, però, non è facile e sarebbe utile affidarsi a personale competente e specializzato in questa tipologia di lavori, così da essere sicuri che i lavori siano svolti nel massimo della sicurezza.