Le finalità delle opere di ingegneria naturalistica

Home > News > Opere di ingegneria naturalistica > Le finalità delle opere di ingegneria naturalistica
opere di ingegneria naturalistica
Autore: admin| 18 Febbraio 2020| Ore 16:02

Il degrado territoriale e il dissesto idrogeologico che caratterizzano determinati ambiti del nostro paese richiedono interventi che, nel rispetto dell’ambiente, puntino sulla prevenzione oltre che sul recupero del territorio.

Le opere di ingegneria naturalistica, come ad esempio le trincee drenanti o le terre armate, prevedono l’utilizzo di materiale vegetale vivo e del legname, abbinati in alcuni casi con materiali inerti come pietre, terra o fibre vegetali e sintetiche. Permettono di risolvere una ampia gamma di problematiche di rivegetazione, consolidamento e drenaggio di versanti, scarpate e sponde. E inoltre, all’effetto tecnico dell’opera si coniugano quello economico, ecologico ed estetico.

L’ingegneria naturalistica trova applicazione in ambienti quali corsi d’acqua, zone umide, versanti, discariche, cave, infrastrutture varie, lungo le coste marine. E i suoi segmenti di intervento possono riguardare la realizzazione di palizzate, fascinate e viminate, di gabbioni di pietra, pulizia e risagomatura di corsi d’acqua, fossi e opere di contenimento dei fenomeni erosivi, idrosemine meccaniche a pressione, interventi di piantumazione.

I dissesti idrogeologici e le regolazioni idrauliche sono una materia molto delicata, e per questo sono indispensabili la massima competenza e attenzione in fase di progettazione. Serve il contributo di diverse figure professionali che sappiano analizzare le specificità di ogni singolo caso.

Unogabbioni s.a.s. realizza opere di ingegneria naturalistica per la difesa del suolo, controllo dell’erosione, protezione idraulica, proprio partendo da uno sviluppo progettuale multidisciplinare che garantisca il servizio migliore sia in termini di efficacia che di spesa.