Come devono essere le reti per gabbioni?

Home > News > Gabbioni di contenimento > Come devono essere le reti per gabbioni?
Reti per gabbioni
Autore: admin| 25 Novembre 2019| Ore 12:58

I gabbioni metallici sono strutture fondamentali per la messa in sicurezza di dirupi, terreni o muri di terra (come quelli che potremmo trovare ai lati delle autostrade). Progettati in modo tale da limitare il rischio di frane, i gabbioni si usano in tantissimi contesti e situazioni, da quelli industriali a quelli privati (c’è chi li utilizza, infatti, a mo’ di muro di cinta nella propria abitazione).

I gabbioni metallici sono sostanzialmente composti da due parti ugualmente fondamentali: una rete esterna, che deve avere caratteristiche molto precise, e una composizione di sassi interna, che serve a dare robustezza e spessore al gabbione in questione.

Le reti per gabbioni, per essere funzionali e sicure, devono avere, come dicevamo, caratteristiche molto precise:

  • la rete deve essere elettrosaldata o a doppia torsione, con copertura in zinco;
  • le maglie della rete possono avere forma quadrata o rettangolare;
  • il diametro dei fili può essere tra i 4 e i 5 mm di spessore;
  • ogni rete per gabbioni, al suo interno, deve ospitare un certo numero di pietre (e il tipo di pietra varia a seconda delle specifiche esigenze).

Lo scopo dei gabbioni metallici è di essere strutture flessibili e drenanti, in grado di far fluire al meglio l’acqua attraverso pietre e fessure interne e scoraggiare, il più possibile, il rischio di ristagni nel terreno e di conseguenti frane (che possono risultare pericolose sia per l’uomo che per l’ambiente).

I gabbioni metallici si dispongono solitamente con una disposizione detta “a materasso” (uno di fianco all’altro e possibilmente uno sull’altro per rinforzare il muro) e servono principalmente a rinforzare argini e pareti per limitare anche eventuali stress dovuti ai cambiamenti climatici repentini.